Vademecum per gli addetti al primo soccorso e alle emergenze nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado

Vademecum per gli addetti al primo soccorso e alle emergenze nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado

6 Dicembre 2018 Off Di amministratore
Condividi:

Vademecum per gli addetti al primo soccorso e alle emergenze nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado

SCARICA CLICCANDO QUI –> Vademecum per gli addetti al primo soccorso

Questo vademecum per la gestione delle emergenze di Primo Soccorso, Prevenzione e Lotta agli Incendi ed il primo intervento nelle Calamità Naturali (Alluvioni e Terremoti) è un supporto pratico e semplice per il personale che riveste i ruoli di: Incaricato alle Emergenze di Primo Soccorso e Incaricato alle Emergenze di Prevenzione e Lotta agli Incendi.
Il vademecum tiene conto delle indicazioni dettate dal D.Lgs. 81/2008 e dalle sue modifiche e integrazioni (D.Lgs. 106/2009 ecc.).
La gestione delle emergenze nel D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i. è così disciplinata:
• per quel che concerne l’organizzazione e l’attuazione del Primo Soccorso, nonché i requisiti e la formazione del personale addetto, il riferimento è tutt’ora il D.M. n. 388/2003;
• per l’attuazione del Piano di emergenza, l’organizzazione e l’intervento di Prevenzione e Lotta agli Incendi, il riferimento è ancora oggi il D.M. 10 marzo 1998.
La pubblicazione fornisce in modo chiaro, sintetico ed efficace, le indicazioni “necessarie a fronteggiare le emergenze senza sconfinare in indicazioni ed istruzioni che oltrepassino le competenze e le capacità dell’addetto alle emergenze”.
In tal senso il vademecum illustra semplici e specifiche buone pratiche di primo soccorso e prevenzione incendi, interventi specifici da porre in atto in caso d’infortunio o malore sia nei confronti dei colleghi sia, in particolare, nei confronti dei bambini, interventi specifici di protezione in caso di incendio, terremoto ed alluvione.
Il tutto con pratiche e precise indicazioni su “che cosa fare”, “che cosa non fare” e “come fare”. Il vademecum si conclude con un’appendice dedicata alla pericolosità di alcune piante che possono essere presenti nel mondo in cui si muove il bambino.

Analogamente, il vademecum costituisce un utile sussidio per il RSPP e gli “Addetti alle Emergenze”, che potranno utilizzarlo all’interno della progettazione della formazione/informazione operativa.
Il vademecum si propone di contribuire a cambiare la preparazione tecnico-sociale del personale scolastico, partendo dall’integrazione dei bisogni della sicurezza e salute dei bambini e dei ragazzi in funzione dell’ambiente scolastico visto come “Ambiente di Lavoro“ e di vita.

Per raggiungere il risultato prefissato, l’educatore dovrà allargare le proprie conoscenze anche nel campo della salute e sicurezza e, principalmente, nella gestione delle emergenze durante l’attesa dell’intervento qualificato. L’obiettivo del vademecum è quello di informare e formare, ad integrazione di quanto già è previsto dall’art. 37 del D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i., tutti gli operatori scolastici nell’ambito della gestione di un’emergenza, compito peraltro demandato ad altre figure specifiche, fornendo alcune conoscenze di base su che cosa fare e, soprattutto, su che cosa non fare in presenza di un’emergenza.

 

FONTE: www.inail.it